XII e XIII secolo i COMUNI e l’ IMPERO

05maggio resized_06_giugno 2015

Brescia è un libero comune, quasi una città stato, ricca prospera di fiorente attività artigianali, inserita in una rete politica e commerciale estesa in tutta la pianura padana.

Naturale è la contrapposizione al Sacro Romano Impero di Germania, prima con Federico Barbarossa poi con Federico II, che imponevano il proprio controllo egemonico sul territorio.

Da qui nasce la costituzione rispettivamente della prima e della seconda Lega lombarda che porta alla lotta dei comuni per l’autonomia e che culmina nella Pace di Costanza prima e nell’ eroica e vittoriosa resistenza della città, assediata da Federico II, lo Stupor Mundi nel 1238 (a tal proposito la Confraternita del Leone ha scritto un libro intitolato “A.D. 1238 Federico II e l’Assedio di Brescia”  di cui qui un estratto).

Milizie cittadine, borghesi, artigiani e mercanti ripropongono in tal modo uno spaccato esemplare della vita di un comune lombardo.

torna a “Le nostre epoche”

Share

Commenti chiusi